Tipologia Progetto

Residenza Privata

Anno

2014

Tag

Landscape Corten Virus Acqua Travertino Recupero Scale Luce Interior Iconico

Mentions

PAYSAGE N.4/2017

Fotografi

Pietro Savorelli

Stato

Completato

Localizzazione

Siena, Italia

La rara opportunità di intervenire su una proprietà unica ha permesso di lavorare su un’immagine complessiva del progetto nel paesaggio in modo da non perdere mai di vista il senso globale dell’intervento fin nel minimo dettaglio. Recuperato e consolidato lo scheletro secondo il programma progettuale condiviso, il complesso è pronto a ricevere il sistema delle nuove connessioni all’interno della villa e tra gli edifici adiacenti, sia in direzione verticale che in quella orizzontale, connessioni che in questo progetto sono identificate dall’inserimento del nostro VIRUS, un virus dinamico che corre, collega, traccia i percorsi e disvela nelle soste nuove visioni spaziali, un disegno, quello dei collegamenti, concepito a strappi, quasi impulsivo, come il movimento di un serpente chiuso all’interno del complesso e costretto a fuggire velocemente per un sopraggiungere dei lavori (A Snake in The House). Queste nuove connessioni funzionali si sono incastonate nella natura storica, ripulita e levigata, degli edifici, con un linguaggio contemporaneo che attinge alla nostra poetica per forme, geometrie e materiali; link leggeri e contemporanei che affiorano in punti diversi del nastro manifestando la propria qualità architettonica, capace di trasmettere anche, specialmente a sera quando sono illuminati da dentro, una capacità evocativa e vagamente surreale, lanterne di design aggrappate alla memoria della storia.

Se gli inserimenti contemporanei si avvalgono di materiali leggeri e tecnologici, i materiali scelti per il recupero degli edifici esistenti sono stati invece ricercati seguendo i dettami dell’autentica tradizione e della massima naturalità,

Tutti gli episodi architettonici restaurati e reinterpretati sono collocati all’interno di un sistema parco suddiviso in 7 aree in continuità tra di loro separate semplicemente da salti di quota gradonati in corten o da lunghe cunette sagomate di terra inerbita.

Ciascuna delle aree è caratterizzata da momenti di sorpresa e di intimità, interpretati con percorsi che variano per uso di materiali e di tracciato o della destinazione originaria dell’area come la vecchia aia reinterpretata come veranda della piscina.

01.Racconto Fotografico

02.Racconto Tecnico