TAG Cloud

\idea \parco \appartamento \2014 \Siena \vetro strutturale \2013 \inProgress \Verona \allestimento \resina \Montefalco \2009 \CORTEN \2008 \lighting-design \SCALA \2005 \2010 \Sinalunga \México \progetto approvato \corian \laterizio \Rosignano \BIANCO \2007 \residenze \Venezia \ristrutturazione \Palermo \acciaio \actionBRICK \1997 \uffici \Spagna \Chiusi \Cemento \InnerRoom \China \cultura contemporanea \alluminio \2012 \2011 \Montepulciano \SanGimignano \video \aquapanel \2002 \mostra \Firenze \BLU \concorso \pietra \Santa Maria della Scala \Castellina in Chianti \2004 \2003 \maglia metallica \pinacoteca \centro commerciale \completed \rete-stirata \Todi

WEEKLY STUFF

 

L'intervento si pone l'arduo compito di andare a lavorare in un contesto rurale ben connotato e strutturato, un complesso colonico storico inserito tra le colline delle campagne umbre, non lontano da Todi. L'esigenza della committenza è quella di dare al progetto un carattere estremamente contemporaneo e personale, cucito sul proprio modo di vivere, ma senza in qualche modo alterare il genius loci.
Il progetto complessivo si può suddividere in tre singoli interventi, ognuno autonomo ma allo stesso tempo complementari tra loro e tutti concorrenti a dare una unitarietà di linguaggio, funzioni e distribuzioni degli spazi.
Il primo progetto riguarda la ristrutturazione dei fabbricati rurali storici.Il casale era composto da due fabbricati molto simili dimensionalmente collegato tra loro da una sorta di loggia centrale. L'idea è stata quella di mantenere il più possibile inalterati esteriormente i due fabbricati, lavorando invece internamente adattandolo alle esigenze della committenza. É stata completamente asportata la loggia di collegamento  tra i due fabbricati e sostituita con un elemento scultoreo che rompe la massività dell'esistente e letteralmente si incastra tra i due fabbricati. Questo elemento,realizzato interamente in acciaio cor-ten e vetro, assolve a diverse funzioni: ingresso principale alla residenza, landmark contemporaneo, spazio distibutivo a più livelli con la realizzazione di un ballatoio in acciaio e vetro che collega i primi piani dei due fabbricati, spazio di meditazione, galleria di opere di arte contemporanea. In adiacenza ai due fabbricati è stata inoltre ristrutturata un piccola chiesa sconsacrata e trasformata in ufficio.
Gli altri due progetti, concettualmente simili nell'approccio, differiscono in realtà per funzioni e composizione architettonica.
Siamo andati a lavorare sui due opposti declivi della collina, intagliandola e ricavando dei volumi a tasca che andassero ad integrarsi il più possibile con la naturalità del luogo.
Da un lato della collina un volume che contiene una piccola sala cinema, una cantina, una palestra ed è collegato direttamente con i fabbricati principali attraverso un percorso interrato.
Sull'altro lato la guesthouse, edificio estremamente contemporaneo, di rappresentanza, che richiama nei segni le linee spezzate presenti nella grande scultura in corten tra i due fabbricati storici, con tre camere da letto, una grande zona giorno ed una piscina a sfioro sulla campagna umbra.
L'intervento complessivo chiaramente non si poteva limitare all'architettura vera e propria, ma si è interessato anche di riorganizzare tutto il sistema del verde della proprietà, andando a caratterizzare punti particolari, panorami, percorsi, essenze ed orti.
 
COLLABORATORI: Sara Anselmi, Annunziata de Comite, Davide Monciatti, Francesco Terzuoli
 
 

2007

villa crispiano

contemporaneità rurale

fotografie Paola De Pietri



Category: REGENERATIONS

Tags: \2007 \Cemento \CORTEN \inProgress \progetto approvato \Todi